Slavi e Germani – Parte I

Introduciamo un tema che tratteremo a più riprese iniziando con un confronto musicale tra il russo Tchaikovsky e il tedesco Brahms

Dal Romeo e Giulietta (1880) di Pyotr Ilich Tchaikovsky:

Sinfonia n. 3 Poco Allegretto (1883) di Johannes Brahms:

Ad un primo superficiale ascolto notiamo come il russo sia più espansivo e meno controllato. I temi sono entrambi appassionati, ma Brahms ingabbia il sentimento in una forma molto ordinata, in uno schema che guida l’ascoltatore. Tchaikovsky invece non si preoccupa di costruire la bellezza, ma la propone nel suo spontaneo splendore senza curarsi dell’ordine.

Negli articoli successivi approfondiremo l’estetica di slavi e germani mettendo a confronto altre opere.

Annunci
Contrassegnato da tag ,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: